Jazz Academy 2° Livello

89,90

 

 

Descrizione

Argomenti Jazz Academy 2 divisi per mese:

Mese 1: In questo mese mettiamo le basi per l’improvvisazione e la conoscenza armonica.  Queste ci permettono di proseguire con lo sviluppo nelle prossime lezioni.

Mese 2: 2-5-1 minore con alterazioni ed estensioni . Nuovi accordi che ti arricchiranno con sound più evoluto e che ti forniranno maggiori possibilità nell’armonizzazione.

Mese 3: La superlocria è in assoluto la scala con la sonorità più “jazz” e che ci da l’opportunità di suonare il 5°-1° con un fraseggio come nei dischi.

Impareremo a gestire le dominanti secondarie nel turnaround.

Mese 4: Rivolti sugli costruiti sul sistema mofìdale, per ampliare la conoscenza nell’utilizzo dell’accompagnamento e nell’armonizzazione. Oltre a questo alcuni fondamentali esempi su come utilizzare il tritono nel 2-5-1

Mese 5: Sviluppo del turnaround con molte sostituzioni e varianti.

Vedremo anche alcuni esercizi sulle triadi che ci porteranno a sviluppare il fraseggio utilizzando anche una normalissima scala maggiore, oltre all’analisi del jazz modale.

Mese 6: L’ultimo mese mira a trasmettere le modalità di armonizzazione, e tutti gli elementi studiati fino ad ora nella realizzazione di uno standard.

PROGRAMMA DETTAGLIATO DELLE LEZIONI:

MESE 1

LEZIONE1: Accordi sul blues

Vediamo quali sono i rivolti migliori da utilizzare nell’accompagnare questa importante progressione

LEZIONE 2: Arpeggi maj7  

Questo è un importante esercizio che ha come scopo quello di sviluppare la tecnica, ed in particolare l’articolazione dell’arpeggio per lo sviluppo dell’improvvisazione

LEZIONE 3: Sostituzione tritono

La sostituzione più importante nell’armonia jazz viene spiegata in questa lezione per poi essere sviluppata anche in lezioni successive

LEZIONE 4: 2-5-1 Nota comune al canto

Suonare i cosiddetti “accordi belli” vuol dire prima di tutto mettere i “voicing” nel modo corretto. La prima cosa da fare per collegarli al meglio, è quindi lavorare con la nota al canto che in questo caso viene tenuta ferma e in comune su tutti e tre gli accordi

LEZIONE 5: Il sistema Modale 

Il sistema modale è di grande importanza per analizzare gli standard e per imparare tutte le scale da utilizzare. In questa lezione cominciamo a capire ed analizzare questo concetto

MESE 2

LEZIONE6: Armonizzazione scala maggiore con arpeggi

In questa lezione vedremo una serie di arpeggi costruiti sul sistema modale che ci permetteranno di fare un grande salto riguardo l’improvvisazione

LEZIONE7: Arpeggio esteso sull’accordo minore

L’arpeggio costruito sulle due ottave ci aprirà alle sonorita jazz e ci permetterà di vedere la scala da un altro punto di vista

LEZIONE 8: La scala minore melodica

Una scala importantissima per il futuro studio dei modi sulla scala minore melodica.

LEZIONE 9: Incrociamento scala minore melodica 

Impariamo a gestire le diteggiature della minore melodica

LEZIONE 10:

MESE 3

LEZIONE 11: Accordi a 4 voci sulla scala bebop major

Gli accordi che ci permettono molte armonizzazioni alternative attraverso il cromatismo sulla scala e la presenza di accordi diminuiti

LEZIONE 12: Scala superlocria

La superlocria è in assoluto la scala con la sonorità più “jazz” e che ci da l’opportunità di suonare il 5°-1° con un fraseggio come nei dischi.

Impariamo a gestire le dominanti secondarie nel turnaround.

LEZIONE 13: Esempi di utilizzo sulla scala minore melodica

In questa lezione prendiamo confidenza con questa nuova importante scala attraverso alcuni esempi suonati e frasi di riferimento

LEZIONE 14: Arpeggi maj7 – combinazioni 

Un importante esercizio sia tecnico che di sviluppo dell’improvvisazione attraverso articolazioni sugli arpeggi

LEZIONE 15: Turnaround 2 -Dominanti secondarie

Proseguiamo con le dominanti secondarie con altre possibilità per lo sviluppo di quest importanti progressioni

MESE 4

LEZIONE 16: Blue Bossa – Le scale

Facciamo un analisi su alcune scale da utilizzare su questo standard ma che in realtà ci danno le conoscenze per  affrontarne molti altri con analoghe armonie

LEZIONE 17: Accordi sulla scala superlocia

Vediamo gli accordi alterati costruiti sulla superlocria; ne ho selezionati alcuni tra i più utilizzati e comodi.

LEZIONE 18: Frasi sulla scala superlocria

Eccoci con alcuni esempi per lo sviluppo del fraseggio sulla superlocria

LEZIONE 19: 2-5-1 con sostituzione del tritono 

La sostituzione del tritono è la più importante nel jazz ed ogni sostituzione viene utilizzata per avere anche maggiori possibilità di fraseggio e non solo per suonare gli accordi.

LEZIONE 20: 4 accordi sui modi con 4 rivolti

Le 4 tipologie di accordi costruiti sul sistema modale, viste in questo caso con importanti rivolti che ci danno la possibilità di avere nuove sonorità ma anche una maggiore conoscenza della tastiera

MESE 5

LEZIONE 21: Turnaround 3 – Tutto il possibile

Siamo all’ultima lezione dedicata a questa importantissima progressione, e qui vediamo tutte le possibilità armonico/melodiche che ci offre il turnaround

LEZIONE 22: Triadi x quarte

Ho inventato questi esercizi che caratterizzano anche il mio fraseggio, proprio per sviluppare le scale in tutti modi ed ampliare il fraseggio con tante possibilità in un unica scala

LEZIONE 23: Triadi alternate x quarte

Questi esercizi sono il seguito della lezione precedente ed in questo caso articoliamo ancora di più il fraseggio e la tecnica

LEZIONE 24: accompagnamento ritmico nel jazz

Alcuni importanti spunti ritmici per il “comping” nel jazz

LEZIONE 25: 2-5-1 minore con alterazioni ed estensioni

Gli standard sono costruiti con 2-5-1 sia maggiori che minori. Il 2-5-1 minore ha molte differenze rispetto a quello maggiore, ecco alcune possibilità utilizzando le alterazione e le estensioni

MESE 6

LEZIONE 26: Improvvisazione ed armonizzazione su “the shadow of your smile”

Uno standard ricco di armonia: analizziamo le possibili scale ed impariamo ad armonizzarlo assieme.

LEZIONE 27: Armonizziamo “Satin Doll”

Un brano estremamente diverso dal precedente, impariamo a fare il tema con gli accordi

LEZIONE 28: “All the things you are”- triadi per quarte e tritono

Mettiamo in pratica su questo noto standard,alcuni concetti visti

LEZIONE 29:“So what” e il jazz modale

Il suono magico del jazz modale ed i suoi concetti verrano spiegati attraverso il brano che ne ha dato il via

LEZIONE 30: Armonizziamo una ballad: “My foolish heart”

Impariamo a fare il tema armonizzato di una ballad e facciamolo su questo stupendo brano, ricco di armonia

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
YouTube
Instagram